#cheariatiraaCernusco: Un primo bilancio

Pubblichiamo una prima serie di informazioni estrapolate dai dati relativi ai valori del PM10 e del PM2,5.

Le rilevazioni sono state effettuate dal 02 al 07 aprile 2017 in via Cesare Pavese a Cernusco sul Naviglio. Come si può osservare particolarmente preoccupanti sono i valori del PM2,5 che nel periodo in esame ha avuto un valore medio di 29,28 superiore al limite di legge è pari a 25 µg/m. Per un confronto si veda il sito di ARPA Lombardia .  

Le particelle più fini (come quelle del PM2,5) sono prodotte, in misura prevalente, dalla combustione di combustibili fossili utilizzati nei trasporti, nell’industria e per la produzione di energia e permangono nell’aria per un periodo più lungo rispetto a quelle del PM10.  

Da evidenziare che la stazione ARPA più vicina per la rilevazione del PM2,5 si trova in via Machiavelli a Monza  (circa 10 km da Cernusco)

PM10 PM2,5
N. Misurazioni 102 102
Misurazioni oltre il limite di legge 25 55
Percentuale misurazioni oltre il limite 24,51% 53,92%
Valore medio delle misurazioni 35,47 29,28
Giorno con maggiori sforamenti 03 Aprile 03 aprile
Numero massimo di sforamenti in un singolo giorno 10 15
Valore massimo registrato 83 65

5 Comments

  1. Natale Fossati

    11 aprile 2017 at 15:16

    Ciao, ho visto alcune tabelle relative alle misurazioni PM 10 (2 e 3 aprile) e quelle relative alle giornate del 4 e 6 aprile con sforamenti importanti sopratutto del PM 2,5. Non riesco però a trovare le tabelle relative ai giorni 5 e 7 aprile (sono imbranato). ma sono anche curioso di vedere un pò meglio in quanto dai primi dati sembra che i picchi non si manifestino nelle ore di maggior traffico, anche se il numero delle giornate analizzate è ancora basso per poter avanzare ipotesi. Un’ ultima domanda; dove è localizzato il rilevatore?
    P.S. Tranquilli non voglio andarlo a rubare; mi interessa altezza e distanza dalla sede stradale.
    Grazie

    • Francesco Spurio

      11 aprile 2017 at 15:40

      Ciao, non abbiamo pubblicato tutti i dati anche per problemi tecnici. Nelle giornate del 5 e del 7 aprile abbiamo raccolto dati parziali (8 misurazioni su 24) causa malfunzionamento del sito del produttore dello strumento di rilevazione. Il picco orario per il PM10 (valore 63,25) si è registrato nella fascia oraria 8-9 mentre per il pm 2,5 (valore 38,4) nella fascia oraria 10-11. Lo strumento è collocato nel balcone di un abitazione privata al primo piano (quindi a circa 4/5 metri di altezza dal suolo). Appena avremo finito la sperimentazione metteremo a disposizione di tutti i dati senza alcuna aggregazione in modo che possano elaborati da chi è interessato

  2. Natale Fossati

    12 aprile 2017 at 13:11

    Per ora grazie.
    natale

  3. Natale Fossati

    20 aprile 2017 at 11:34

    Ciao Francesco, ho appena visto il grafico riportante i valori medi orari di PM 2,5 registrati nel periodo. Trovo molto interessante ( e naturalmente sarebbe bello capirne le ragioni) i sistematici superamenti nella fascia oraria mattutina (ore 9 – 12) mentre non si rilevano variazioni significative in altri periodi del giorno. Mi piacerebbe approfondire la vicenda e sono disponibile a collaborare con voi (sempre che siate d’ accordo).
    Cell. 334 1577908
    natale

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Connect with Facebook

*